SenzaOrizzonti Viaggi

Kruger, Kruger ….arriviamo

11 gennaio 2016
Ci siamo, sveglia alle 6, pronti per fare la nostra prima colazione in Sudafrica. C’è di tutto, macedonia fresca, pane tostato, miele, marmellate buonissime, succhi, caffè e tè, tutto squisito.

IMG_3407Chiusi i nostri bagagli, ci portano al Belvedere Estate per incontrare la nostra guida di nome Lazarus proveniente dallo Zimbabwe e Steve che è il nostro autista e cuoco che invece è sudafricano. Così del nostro gruppo, che sono soprattutto svedesi e una ragazza tedesca. Ogni truck ha un nome, il nostro in questo viaggio si chiama Marvin, carichiamo i nostri bagagli e prendiamo posto, pronti per la partenza.IMG_3409La giornata è meravigliosa, un sole già tiepido nelle prime ore del mattino. Oggi faremo circa 500 km per raggiungere il Parco Kruger con la prima sosta per fare pranzo. Proseguiamo il nostro lungo tragitto e ci fermiamo per un altra sosta per fare la spesa personale, rifornimento di acqua, frutta e qualche stuzzichino per spezzare la fame durante le lunghe ore dei tragitti. Arrivati al parco nel primo pomeriggio di nome Nkambeni Lodge, ci sistemiamo nel camp e con l’aiuto e le istruzioni delle nostre guide, montiamo le nostre tende, divertimento e soddisfazione di tutti per esser riusciti a terminare con pochissime difficoltà.IMG_3779IMG_3787Il resto della giornata, ci si rilassa ed ognuno si preoccupa di organizzare il proprio bagaglio per alloggiare nella tenda. Una bella doccia nei bagni comuni, puliti e posizionati al limite della recinzione elettrica per tenere lontano gli animali. Intanto Steve il nostro cuoco, cucina per tutti, un piatto tipico di Capetown importato dagli schiavi della Malesia.IMG_3820Alle 20 circa, tutti abbastanza stanchi ci dirigiamo verso le nostre tende per il meritato riposo. Buonanotte a tutti.

12 gennaio 2016
Sveglia alle 5 che è ancora buio. Facciamo colazione e ci prepariamo per fare il nostro primo safari nel Kruger con un 4×4 di Echo Africa, il mezzo più adatto per fare questi tipi di viaggi, perché ti permette di avvistare gli animali e poterli fotografare essendo privi di finestre.IMG_3789

La nostra guida ed autista, un ragazzo biondo di nome Niku, ci porterà per tutto il giorno, attraverso i vari percorsi segnalati per poter vedere con un po’ di fortuna, più animali possibili. Pensare che il parco ha un estensione di 29.000 ettari e gli animali sono liberi, nulla è scontato. L’aria che ti viene incontro alle prime ore del mattino è già tiepida, i colori del bush sono di varie tonalità di verde, si notano le strade non asfaltate di terra color rosso mattone, il tutto in un ambiente abbastanza arido per la mancanza di piogge negli ultimi giorni. Tutti eccitati di fare questa prima esperienza, equipaggiati con macchine fotografiche più o meno professionali, ci addentriamo nel parco, prontissimi per ogni tipo di scatto. Poco dopo l’ingresso del parco chiamato Numbi Gate,DSC_0047

notiamo per primo dei meravigliosi e maestosi elefanti, che ci guardano e proseguono a mangiare il fogliame e gli arbusti intorno. Le loro zanne bianche che spiccano sotto le loro bocche, la loro proboscide lunga ed agile, i piccoli occhi che sbattono con le loro lunghe ciglia, non sembra ma sono considerati uno dei big five più pericolosi.DSC_00995ee04e99e299dc6029566aef63b62147Proseguendo lungo il tragitto terroso, scorgiamo delle antilopi, tipici del Sudafrica, come gli Impala, piccoli ed agili, possono saltare fino a 2 metri di altezza, hanno uno sguardo docile, di color marrone chiaro, di particolare e divertente è il retro contrassegnato da una emme nera che scherzosamente vengono chiamati qui McDonald del Kruger Park.

DSC_0084

Poco dopo vediamo altri antilopi più grandi di color grigio con delle righe bianche, con corna lunghe e particolari, anche queste molto agili che possono saltare fino a 4 metri, chiamati Kudu.

DSC_0061e576bc2d39a1d423de4150dffcae565f

Zebre meravigliose, con le loro righe bianche e nere talmente marcate che sembrano dipinte,

DSC_0092giraffe con le loro chiazze di gradazioni di marrone, così esili ed intenti a cibarsi delle foglie di acacia senza interruzione.

DSC_0476Proseguendo poco dopo, la nostra guida riceve un messaggio con i walky talky, di cui sono forniti tutti i ranger del parco, poco più in là è stato avvistato un ghepardo, infatti fu una grande sorpresa vederlo arrivare con il suo passo lento ed elegante, lo sguardo fisso sulla sua preda nel bush. Ci passa davanti senza timore e noi ancora stupiti dalla magnificenza di questo felino, scattiamo molteplici foto per immortalare ogni suo passo.

DSC_0113DSC_0146DSC_0132

Ci fermiamo per il pranzo a Shazu dove troviamo bar, ristoranti ed un negozio molto fornito di artigianato sudafricano. Nel primo pomeriggio continuiamo il nostro percorso e con altrettanta  fortuna scorgiamo nei cespugli dei leoni sdraiati all’ombra con i loro sguardi  tranquilli, che spettacolo, momenti veramente entusiasmanti. DSC_0390DSC_0411

Arriviamo su un’altura nel parco, dove si scorge la vastità del panorama, i suoi colori inconfondibili, la terra arsa, gli arbusti più o meno bassi, questo cielo basso inconfondibile dell’Africa….. DSC_0247

merita un selfie di gruppo per ricordo, più un turista intrufolato all’ultimo momento.IMG_3790

Proseguiamo il giro e vediamo ippopotami, babbuini, bufali e scimmie.

DSC_0353IMG_0303

73fcfb03aea7f260fafcc871e45a3aff

d0ee92cca0f29c2fbe003e6bedd131335be9660d0a3971278f6f059bf4b31748

Che bellezza della natura, aver visto così tanti animali… possiamo dire che siamo stati molto fortunati !!!
Rientriamo al lodge per rilassarci un po’, pensando di fare un bel bagnetto in piscina.IMG_3788Ceniamo nel camp e prima di recarci in tenda, scopriamo che la ragazza alla reception è italiana ed è di Riva del Garda, si chiama Giulia e vive qui da qualche mese, occupata in uno stage come receptionist, come è piccolo il mondo.
Buona notte a tutti
Ringrazio anche Giuly e Toni per i loro meravigliosi scatti !

Cristina
SenzaOrizzonti Viaggi

Annunci
Questa voce è stata pubblicata il 08/02/2016 alle 5:34 PM. È archiviata in mozambico, Sudafrica, Swaziland e Mozambico, Uncategorized, Viaggio Avventura con tag , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

2 pensieri su “Kruger, Kruger ….arriviamo

  1. patrizia in ha detto:

    Africa…semplicemente meravigliosa…………..

  2. antonio nostran in ha detto:

    Ricordi di un viaggio safari bellissimo ed entusiasmante

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: